Chapter three: Caffè istantaneo


Il giorno successivo Eleuteria si ritrovò nel letto con un gran mal di testa, pensando che fosse causato dal famoso jet lag di cui tutti le avevano parlato. Si alzò, andò in bagno, vide che erano le 12 passate e di lì a poco si accorse della meravigliosa vista che la sua stanza le offriva. Infatti c’era una bellissima finestra vetrata che un po’ ricorda quelle di un bar moderno o addirittura di un appartamento di qualche persona importante. Il paesaggio era così bello da farle perdere di vista il punto fondamentale della situazione perché infatti come potete immaginare quella non era affatto la sua stanza. Improvvisamente qualcuno la chiamò: ”Elly vieni a fare colazione, ieri sera è stato veramente da sballo! Dobbiamo assolutamente rifarlo, e chi se lo scorda più quel giro paradisiaco.” Dopo queste parole, avrebbe voluto porle così tante domande, cercava di formularle affinché risultassero più concise e dirette, ma non disse una parola anzi le uniche parole riguardavano cose futili e di poca importanza come la colazione e il tempo. Così si mise a fare il caffè istantaneo, amato dagli australiani, e continuò ad ascoltare Margot e il suo discorso su quanto si fosse divertita la sera precedente. Tuttavia la sua testa era altrove: cercava di capire come mai avesse dormito così tanto, come mai si trovasse in quella stanza e soprattutto cosa avesse fatto la sera precedente dopo l’incontro con quella ragazza; ma nulla di fondamentale le tornava in mente. Come se la sua memoria fosse stata fatta in piccoli pezzi da qualche strano marchingegno moderno e irreale. Ricordava il momento in cui Margot le chiese l’accendino, quando iniziarono a parlare del più e del meno, e quando scoprì che Margot era una ragazza francese senza dimora fissa che viaggiava insieme al suo compagno Benjamin, anche lui francese. Le aveva raccontato della loro felice amicizia nata nella loro giovinezza e di quanto avessero sempre sognato di viaggiare insieme per il mondo. Margot era non solo bella fisicamente, ma era una persona affascinante con un carattere estroverso, interessante e molto istintivo. Forse fu proprio la sua istintività che la portò a invitare Eleuteria quella sera e a cambiare definitivamente ogni suo piano. Mentre continuava a rimuginare su quanto accaduto, entrò nella stanza Benjamin che salutò ambedue le ragazze con un gentile ”salut”. Benjamin sembrava una persona totalmente diversa da Margot; calma, paziente e magari anche introversa. Era forse questo che amavano? L’essere diversi e completarsi a vicenda l’uno con l’altro?

Forse non lo sapremo mai.

Comunque sia Margot riferì a Eleuteria che aveva accettato di andare a fare un giro per la città con lei, Benjamin e altri ragazzi. Le disse inoltre che aveva bevuto davvero tanto da dimenticare determinate situazioni e persone con cui era stata in quel bellissimo giro. Per ciò le consiglio di dormire e riposare tutto il tempo necessario per ricaricare le energie. Benjamin che se ne stava tutto in disparte si rivolse a Margot dicendole che era il momento di andare,  e insieme scomparvero dalla stanza, lasciando la confusa e pensierosa Eleuteria seduta a bere il suo caffè che non aveva nessun sapore se non quello dell’acqua appena riscaldata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

uniserblog

IL BLOG DI UNISER

Tana Libera per Tutti

O come salvaguardare la Meraviglia nel Parapiglia quotidiano

Andrea Daniele Signorelli

Volevo solo fare il giornalista.

complottonerazzurro

Il blog che è appena nato ma ha già 40 anni

Mauro Faina's blog

School Adventures

Ungheria News

Portale di informazione sull'Ungheria

DEMOSTENE

Centro Studi per la Promozione dello Sviluppo Umano

Arturo Caissut

Impressioni di un Ingegnere viaggiatore

Brescia Anticapitalista

comunista e rivoluzionaria, per una società ecosocialista, femminista e libertaria

TEATRONLINE.net

ARTE IN MOVIMENTO

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Pannolini lavabili, abbigliamento biologico, fasce per portare, a Cremona e online

Abbigliamento e accessori in cotone biologico per mamme e bambini, per crescere in armonia con l'ambiente

Tempio Buddhista Zen Jōhōji

Tempio della Continuità del Dharma

Tips in the bag

Parma Italia - Buenos Aires Argentina

l'arte dei pazzi

a pazziella mman'i criature

RUNTRAVEL IN FABULA

Lo giuro, c'è qualcosa che è ancora meglio di raccontare il meglio: è tacerlo. [Walt Withman]

Servizio AntiEquitalia

Elimina i tuoi debiti e le tue cartelle esattoriali in 60 giorni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: