LA CARBONARA


La carbonara, amata dagli italiani e dagli stranieri, è uno dei piatti più messi in discussione nell’ultima era moderna soprattutto su blog e social network come Facebook soprattutto a causa delle varie pagine denominate ”Tasty” che negli ultimi anni, se non mesi hanno spopolato sul web. L’antica ricetta della pasta alla carbonara ha origini sconosciute ed è come tutti sanno una ricetta italiana, molto probabilmente proveniente dalla zona di Roma e del centro Italia. Sebbene sia italiana, la sua ricetta è messa in discussione dagli stessi italiani che la propongono in diversi modi che quasi spesso variano da regione a regione, da persona a persona. Possiamo quasi affermare che è diventata uno degli argomenti che più interessano anche coloro che di cucina ben poco si intendono e spesso è causa, in particolare quando ci si reca all’estero, di litigate e intere discussioni, alla fine delle quali non vi è nessun vincitore. Vi sono coloro che preferiscono mettere oltre all’uovo anche la panna, coloro che preferiscono l’uovo più cotto o più crudo, e poi ci sono i mitici ”scienziati della cucina”  che amano mischiare diversi ingredienti, sperimentando tipi di pasta nuovi che non hanno niente a che fare con il tradizionale piatto di pasta.

Per mia esperienza personale, in Australia ho conosciuto dei cuochi ”professionisti” che mi dicevano e si lamentavano del fatto che io non fossi in grado di preparare la pasta alla carbonara in quanto non usavo quella pseudo ricetta che mi proponevano. La ricetta consisteva in pancetta o bacon, panna, uova, funghi, formaggio o mozzarella, e per i ”palati più raffinati” anche origano a fine preparazione. Pertanto ho deciso di scrivere questo articolo per sfatare i falsi miti relativi al piatto con l’intento di chiarire brevemente quale ricetta sia la più veritiera e corretta, anche se come precedentemente scritto ognuno la prepara secondo il proprio gusto.

Piccola premessa storica. Le origini del piatto sono molto incerte e ci sono varie teorie. Secondo alcuni, la Carbonara nasce durante la guerra, e in particolare con l’arrivo degli americani in Italia e la conseguente ampia disponibilità di bacon e uova. Secondo altri il nome deriverebbe da uno spazzacamino che, ritiratosi dall’attività aprì un’osteria a Roma e avrebbe iniziato a proporre questo piatto chiamato appunto Carbonara in onore della sua precedente professione. Un’altra interessante teoria è quella secondo la quale a Fratta, in provincia di Rovigo, un gruppo di Carbonari, forse abituali ospiti alla buona tavola della nobildonna Cecilia Monti e all’Osteria delle Tre Corone, locanda dove si tenevano le riunioni segrete di questi ultimi.

Ma andiamo al dunque, la ricetta che io preferisco seguire è la seguente:

  1. Tagliate il guanciale (o pancetta) a striscioline,
  2. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua leggermente salata,
  3. Sbattete le uova con il formaggio in una ciotola, un pizzico di sale e aggiungete pepe nero se preferite,
  4. fate dorare il guanciale o la pancetta con l’olio in una padella a fuoco moderato, cercando di non farlo seccare (se c’è molto grasso, anche senza olio).
  5. scolate la pasta, se preferite fatela saltare nella padella con il condimento o solo con il guanciale. Versatela nella ciotola con le uova, e iniziate a mescolare velocemente in questo modo le uova cuoceranno amalgamandosi con gli altri ingredienti.

728px-Cook-Spaghetti-Carbonara-with-Bacon-Step-10

Qual è quindi la vera ricetta da seguire? Non c’è, è tutta una questione di gusto! Ma è importante non scambiare il piatto tipico con qualsiasi altro pseudo piatto che attenzione, potrebbe anche essere buono, ma di certo non ha niente a che fare con la famosa e buonissima pasta italiana!

Curiosità

Nel 1998 nasce il Carbonara Club e viene istituita la festa chiamata Carbonara Party relativa appunto a coloro che amano questo piatto. Se volete saperne di più, recatevi nel sito che allego. http://www.carbonaraclub.it/?pagina=storia

9 risposte a "LA CARBONARA"

Add yours

  1. Adoro la carbonara soprattutto quando in vacanza in Alto Adige invece della pacetta posso usare lo speck, quello autentico molto più saporito.

    Non dicono perchè, tu ne sarai forse a conoscenza, ma il tuo blog risulta “sospeso” per violazione del regolamento. Io sono riuscito ad aggirare il blog avendo visto che sei entrata da me per leggere il post sull’asteroide che ieri ha “sfiorato” la Terra.

    Ciao.

    Piace a 1 persona

    1. Mi scuso per il precedente commento. Volevo solo scrivere che non ho ben capito cosa sia successo. Se continua a non farvi entrare, le chiedo di avvisarmi!! Grazie mille ancora

      Piace a 1 persona

  2. La tua ricetta è anche quella che faccio io, con la sola variante di aggiungere le uova sbattute nella padella con la pasta, a fuoco spento, perché preferisco le uova un po’ più cotte e che la pasta non si raffreddi troppo in fretta.
    In un vecchio libro di cucina, avevo letto che “gli spaghetti alla carbonara” erano un piatto che veniva fatto dai carbonai del centro Italia. Carbonai cioè coloro che nei boschi bruciavano il legname per farne carbone.

    Piace a 1 persona

    1. Si effettivamente anche io a volte aggiungo le uova direttamente nella padella! 🙂 Comunque sia grazie mille per l’informazione, non ne ero a conoscenza, non si finisce mai di imparare! Spero di leggere presto altri suoi commenti. Grazie ancora

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

uniserblog

IL BLOG DI UNISER

Tana Libera per Tutti

O come salvaguardare la Meraviglia nel Parapiglia quotidiano

Andrea Daniele Signorelli

Volevo solo fare il giornalista.

complottonerazzurro

Il blog che è appena nato ma ha già 40 anni

Mauro Faina's blog

School Adventures

Ungheria News

Portale di informazione sull'Ungheria

DEMOSTENE

Centro Studi per la Promozione dello Sviluppo Umano

Arturo Caissut

Impressioni di un Ingegnere viaggiatore

Brescia Anticapitalista

comunista e rivoluzionaria, per una società ecosocialista, femminista e libertaria

TEATRONLINE.net

ARTE IN MOVIMENTO

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Pannolini lavabili, abbigliamento biologico, fasce per portare, a Cremona e online

Abbigliamento e accessori in cotone biologico per mamme e bambini, per crescere in armonia con l'ambiente

Tempio Buddhista Zen Jōhōji

Tempio della Continuità del Dharma

Tips in the bag

Parma Italia - Buenos Aires Argentina

l'arte dei pazzi

a pazziella mman'i criature

RUNTRAVEL IN FABULA

Lo giuro, c'è qualcosa che è ancora meglio di raccontare il meglio: è tacerlo. [Walt Withman]

Servizio AntiEquitalia

Elimina i tuoi debiti e le tue cartelle esattoriali in 60 giorni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: