Addio a Dario Fo


«Per la sua indiscussa carriera artistica e per il contributo dato allo sviluppo della cultura nazionale e in altri paesi.» 

E’ morto Dario Fo all’età di 90 anni. Un grande artista che per oltre 50 anni ha rivoluzionato non solo il mondo artistico italiano, ma di tutto il mondo. Fu uomo di teatro a tutto tondo (drammaturgo, attore, regista, scrittore, autore, scenografo), ma non si limitò solo a questo infatti fu anche illustratore, pittore, attivista italiano e molto altro.  La sua vita artistica iniziò in seguito agli studi all’Accademia delle Belle Arti di Brera di Milano che lo portarono, in seguito, a vincere il premio Nobel per la letteratura nel 1997.

Qui riporto parte del discorso del giorno del Nobel.

”Signore e Signori

Alcuni amici miei, letterati, artisti famosi, intervistati da giornali e televisioni, hanno dichiarato: «Il premio più alto va dato senz’altro quest’anno ai Membri dell’Accademia svedese che hanno avuto il coraggio di assegnare il Nobel a un giullare!». Eh sì, il Vostro è stato davvero un atto di coraggio che rasenta la provocazione….

….Stavano già beati nel Parnaso degli eletti e Voi, con questa Vostra insolenza, li avete abbattuti e precipitati giù a sbattere musi e pance nel fango della normalità.

Si son levati urla e improperi tremendi, rivolti all’Accademia di Svezia, ai suoi Membri e ai loro parenti prossimi e lontani fino alla settima generazione.

I più scatenati hanno gridato: «Abbasso il Re … di Norvegia!». Nel trambusto si sono sbagliati di dinastia…

…Sto parlando di Ruzante Beolco, il mio più grande maestro insieme a Molière: entrambi attori-autori, entrambi sbeffeggiati dai sommi letterati del loro tempo. Disprezzati soprattutto perché portavano in scena il quotidiano, la gioia disperazione della gente comune, l’ipocrisia e la spocchia dei potenti, la costante ingiustizia. E soprattutto avevano un difetto tremendo: raccontavano queste cose facendo ridere. Il riso non piace al potere. Ruzante poi, vero padre dei comici dell’Arte, si costruì una lingua, un lessico del tutto teatrale, composto di idiomi diversi; dialetti della Padania, espressioni latine, spagnole, perfino tedesche, miste a suoni onomatopeici completamente inventati…” fo-award

 

Voglio inoltre, ricordarlo con una sua citazione:

”Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere.”

da la Repubblica, 13 giugno 2004

 

2 risposte a "Addio a Dario Fo"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

uniserblog

IL BLOG DI UNISER

Tana Libera per Tutti

O come salvaguardare la Meraviglia nel Parapiglia quotidiano

Andrea Daniele Signorelli

Volevo solo fare il giornalista.

complottonerazzurro

Il blog che è appena nato ma ha già 40 anni

Mauro Faina's blog

School Adventures

Ungheria News

Portale di informazione sull'Ungheria

DEMOSTENE

Centro Studi per la Promozione dello Sviluppo Umano

Arturo Caissut

Impressioni di un Ingegnere viaggiatore

MUGELLANDO

Arte, storia, etruscologia, giornalismo, umorismo

Brescia Anticapitalista

comunista e rivoluzionaria, per una società ecosocialista, femminista e libertaria

TEATRONLINE.net

ARTE IN MOVIMENTO

La Casa Di Marte

Il momento dove la notte è più buia... è quello più vicino all'alba.

Pannolini lavabili, abbigliamento biologico, fasce per portare, a Cremona e online

Abbigliamento e accessori in cotone biologico per mamme e bambini, per crescere in armonia con l'ambiente

Tempio Buddhista Zen Jōhōji

Tempio della Continuità del Dharma

Tips in the bag

Parma Italia - Buenos Aires Argentina

l'arte dei pazzi

a pazziella mman'i criature

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: